sabato 7 marzo 2009

Tortine allo Yogurt e Farina di Castagne

Un'amica oramai bolognese lavora in una scuola di lingue, che ha avuto la brillante idea di organizzare un corso di italiano abbinato ad un corso di cucina.
Nell'ambito della ricerca di riviste e siti esteri a cui inviare la pubblicita' dell'iniziativa (a proposito, accetto consigli), mi sono imbattuta in questa ricetta pubblicata su Elle à Table che, anche con la mia variante della farina di castagne al posto di quella di nocciole, trovo sia risultata semplice e deliziosa.
Sto gia' pregustando la mia colazione di domattina ...

1 vasetto da 125 ml di yogurt naturale - 2 vasetti da yogurt di zucchero - 2 vasetti di farina - 1 vasetto di farina di castagne - 3/4 di vasetto di burro fuso raffreddato - 3 uova - 1 bustina di lievito per dolci - la buccia grattugiata di un limone biologico - un pizzico di sale, sciroppo d'acero.

Per il Coulis di frutti di bosco :
Una confezione da 300gr di misto frutti di bosco congelati - Il succo di 1/2 limone - 50 gr di zucchero a velo.

Preriscaldare il forno a 180°.
Mescolare lungamente lo yogurt con un pizzico di sale e con lo zucchero, finchè questo si sarà sciolto. Aggiungere i due vasetti di farina setacciati col lievito e mescolare. Incorporare due uova, e il vasetto di farina di castagne. Aggiungere infine il terzo uovo, la buccia grattugiata di limone, ed il burro fuso.
Ne risultera' un composto abbastanza denso, che e' consigliato versare in stampini imburrati, anche nel caso che siano in silicone.
Il mio forno li ha cotti al punto giusto in c.ca 20 minuti, dorati e con la crosticina croccante.
Elle li consiglia riscaldati il giorno dopo, con lo sciroppo d'acero, o con un coulis di frutti rossi, da realizzarsi così :
la sera prima porre in un colino, a sua volta appoggiato su un piatto, il contenuto di una confezione da 300 gr di frutti rossi congelati, e lasciarli in frigo a perdere acqua tutta la notte, coperti da una pellicola trasparente che deve sfiorare la superficie dei frutti.
Il giorno dopo frullarli col succo di limone e lo zucchero, e setacciare con un colino per eliminare i semini (la prossima volta che vado da Eataly mi compro quel micro chinois delizioso, questa serie di rinvii d'acquisto comincia a diventare stupida). Lasciar riposare in frigo per qualche ora.

4 commenti:

Gunther ha detto...

è una ricetta con ingredienti combinati insieme molto originali inclusa la presentazione, mi piace molto

Ciboulette ha detto...

mi tenti, ed io farei ancora un'altra variante, visto che ho tanto passato di castagne congelato, e cercavo un modo diverso di utilizzarlo!

Claudia ha detto...

Grazie per le tue aprole.. non ti conoscevo.. e un tuo commento in un momento epr me triste.. mi ha fatt davvero piacere... Ora le cose sembra vadano meglio.. io son tornata!!!!!! e verrò spesso a trovarti. Bacioni

fedeccino ha detto...

@Gunther, grazie ! Mi era venuto qualche dubbio sulle mie intenzioni inconscie al momento delimpiattamento, visto che l'effetto ad un certo punto mi e' parso quello di un cuoricino trafitto che sanguina ! :)

@Ciboulette, fammi sapere se testi questa variante, perche' io non sono riuscita ancora a produrre un dolce dalla consistenza ideale, utilizzando una puree di frutta e/o castagne o simili all'interno. Mi esce una sorta di moelleux pesantino e non troppo lievitato, quindi devo giocare di piu' sulle proporzioni degli ingredienti, ed ancora non ho trovato il trucco :)

@Ciao Claudia, sono contenta che le mie parole abbiano avuto un effetto vagamente balsamico, e soprattutto sono contenta di leggerti qui. A presto :)

La Sorella DisSimile non è una testata giornalistica ma un semplice blog privato e amatoriale, senza alcuna pretesa giornalistica. Non può pertanto considerarsi prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.