domenica 9 novembre 2008

Gnocchetti di Semolino in Crema di Zucca

Ancora una volta e' La Cucina Italiana ad ispirarmi - numero di Novembre, pg. 58 -, ed ancora una volta faccio delle consistenti modifiche, in una direzione vegetariana, anche se vegetariana non sono, almeno non ufficialmente (il che costituisce una buona scusa quando cedo e mangio carne bianca o prosciutto, o crostacei, o foie gras ...).

Per sei persone (e per un paio di vassoietti di "ritagli" da congelare !)

270 gr zucca decorticata - 2 piccole cipolle - 10 foglie di cavolo nero - 50 gr di porcini secchi - 1 uovo - 500 ml di latte (io soja) - 500 ml di brodo vegetale - 200 gr semolino - burro - olio evo - sale & pepe - parmigiano grattugiato

Mettere i porcini secchi in una ciotola, coprirli di acqua tiepida, e lasciarli rinvenire per una mezzoretta.
Pulire ed asciugare le foglie di cavolo nero, tagliarle a striscioline eliminando la costa centrale.
Decorticare la zucca e tagliarla a dadini, e tritare 1 e 1/2 cipolle.
Preparare i 500ml di brodo vegetale.
In una padella soffriggere 1/2 cipolla in poco olio, e fare saltare per qualche minuto le striscioline di foglia di cavolo nero (se rimangono coriacee, aggiungere un po' d'acqua e coperchiare qualche minuto per farle ammorbidire). Togliere dal fuoco, e sminuzzare finemente al coltello (o mezzaluna). Salare - io ho usato del sale affumicato danese - e pepare.
Far saltare i porcini scolati in poco olio (conservare l'acqua !) per qualche minuto, salare e pepare, togliere dal fuoco e sminuzzare.
Far bollire 500 ml di latte insieme a 300ml di acqua (in parte usare quella in cui si sono fatti rinvenire i porcini), versare a pioggia il semolino e lavorare con la frusta per qualche minuto (la ricetta dice 10min, direi che 6min mi sono stati sufficienti).
Togliere dal fuoco, salare, ed aggiungere l'uovo, ed il cavolo nero ed i porcini sminuzzati.
Mescolare bene, e distribuire l'impasto - livellandolo - su di una placca rivestita di cartaforno.
Lasciare raffreddare, e nel frattempo soffriggere in poco olio il resto della cipolla, e far saltare qualche minuto i dadini di zucca. Aggiungere i 500ml di brodo vegetale, e coperchiare, lasciando cuocere a fuoco basso per c.ca 15 minuti.
Accendere il grill del forno, e cominciare a tagliare con un tagliabiscotti di diam. 4 cm dei dischetti di semolino - col principio dei gnocchi alla romana - mettendoli poi su di una placca rivestita di cartaforno, e spolverandoli di parmigiano. Lasciar grigliare per 5/6 minuti.
Nel frattempo, frullare la zucca in crema.
Distribuire un mestolo di crema di zucca in ogni piatto, e deporvi 4 gnocchetti per ogni porzione.
Ho tagliato a tocchetti irregolari i ritagli di semolino rimasti, li ho spolverati generosamente di parmigiano, e li ho passati nel forno a 180° per 10/15 minuti.
In seguito li ho congelati, e la mia intenzione e' di utilizzarli al posto dei crostini nelle zuppe.

La Cucina Italiana utilizzava spinaci e salsiccia, invece di cavolo nero e porcini. A voi la scelta.

16 commenti:

Mariluna ha detto...

Adesso me ne dai una bella cucchiata, curiosissima di assaggiare questi colori e gusti autunnali. Molto gustosa!!!

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

Compro sempre anche io (la versione tradotta in tedesco) de La Cucina Italiana, eppure non ho mai provato una ricetta.
Questo piatto è molto raffinato, adatto ad una cena autunnale per amici.
Ciao
Alex

fedeccino ha detto...

Buongiorno a tutte due :)

@mariluna, tengo senz'altro una porzione da parte per te, e' vero che non sono male, ma sto gia' pensando ad una versione con polenta al posto del semolino :)

@Alex, non sapevo ci fossero versioni tradotte ! Faranno la gioia dei collezionisti, quella dei vecchi numeri della Cucina Italiana puo' essere una collezione di grande valore.
E' vero che la presentazione e' raffinata, ma il "boccone perfetto" di semolino ben ricoperto di crema di zucca e'semplice e rustico.

papavero di campo ha detto...

io sono per cavolo nero e porcini
senza dubbio!

Elga ha detto...

Solo i colori invitano ad assaggiare, poi se penso alle due diverse consistenze in bocca..meglio andare a nanna! Elga

Gunther ha detto...

complimenti per questa ricetta molto originale è molto raffinata ed è anche molto colorata, grazie per avercela fatta conoscere

fedeccino ha detto...

@papavero si', pensando al contrasto della zucca coi porcini secchi anch'io non ho avuto dubbi :)

@elga ciao ! Sai che quando ho visto l'arancio vivo in foto non me l'aspettavo, la zucca ha davvero solo delle qualita', in tutti i sensi. Grazie della visita, a presto !
@gunther, prego ! Io scopro di giorno in giorno cose, su questa recente passione per il cucinare, e condividerle e' parte del piacere. A presto :)

Chocolat ha detto...

Mi piacerebbe tu partecipassi al mio premio della buona azione per festeggiare i 100 post ! Chocolat
http://cookinginrome.blogspot.com/2008/10/100-good-deed-prize-il-premio-della.html

fedeccino ha detto...

Ciao Chocolat, intanto benvenuta !
Cerxchero' senz'altro di participare :) A presto

la frenk ha detto...

E' da un po' che sto disertando l'acquisto di riviste di gastronomia... sarà che i blog di cucina mi tengono super aggiornata!!! mi piace molto la tua variante vegetariana... da provare!
a presto :-)

Mammazan ha detto...

ho capito... devo andare a comprare dell'altra zucca !!!!
bravissima!
Grazia

lefrancbuveur ha detto...

bonsoir et felicitations pour ton blog!
ciao
Enrico

sciopina ha detto...

bellissima questa ricetta! Adoro le vellutate con qualcosa di goloso da adagiarvi su..

fedeccino ha detto...

@la frenk si', in rete si trova di tutto, ma non so come vedere un paio di riviste al mese da sempre qualche spunto in piu'. A presto :)

@mammazan-Grazia, ciao, e grazie ! Eh si' non ho dubbi, per quanto tu possa esserti sfinita per eccesso di zucche, sono irresistibili. A presto :)

@lefrancbuveur, bienvenue ! Merci pour les felicitations :) Est-tu francophile ou français ? A bientot sur ton blog, que j'ai deja commencé a explorer :)

@sciopina, grazie ! Io invece ho scoperto questo tipo di piatto con questa ricetta, ma in effetti le varianti possibili sono 1000. A presto (il ratto della vaporiera avverra' domani).

Francesca ha detto...

bella foto e ricetta molto invitante. Altro ottimo modo per utilizzare la zucca SLURP :-P

FrancescaV

Michelangelo ha detto...

mi ispira molto questo accostamento zucca e cavolo nero, forse perchè sono i due vegetali invernali che preferisco. bella idea!

La Sorella DisSimile non è una testata giornalistica ma un semplice blog privato e amatoriale, senza alcuna pretesa giornalistica. Non può pertanto considerarsi prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.