domenica 30 novembre 2008

Dolcetti al Triplo Cioccolato

Attenzione, maneggiare con cautela, solo per autentici addicted del cioccolato extra-fondente.

Questi dolcetti sono nati da uno spunto trovato qui da Nightfairy. Mi sono detta che doveva essere possibile trasformare questa delizia di biscotti, con qualche modifica, in un dolcetto un po' meno concentrato, piu' simile ad un muffin di lusso :)
Vi racconto come ho fatto.

Dosi per 16 dolcetti :
3 uova - 120 gr zucchero - 100 gr cioccolato fondente al 70% - 120 gr burro - 1 cc estratto di vaniglia - 125 gr yogurt naturale - 200 gr farina 00 - 100 gr cacao amaro in polvere - 1 bustina di lievito per dolci - qualche cucchiaiata di latte - 80 gr gocce di cioccolato - pizzico di sale - granelle di amaretti per decorare

Sciogliere nel microonde, a media potenza per un paio di minuti, il cioccolato 70% spezzettato insieme al burro. Mescolare, e mettere da parte a raffreddare.
Nel frattempo sbattere con la frusta elettrica le uova e lo zucchero, con un pizzico di sale, almeno per 5 minuti.
Aggiungere poi il cioccolato fuso col burro, e montare ancora, con pazienza.
Aggiungere lo yogurt e l'estratto di vaniglia. Montare montare montare.
Setacciare gradualmente nel composto il misto di cacao, farina e lievito, mescolando accuratamente. Se dovesse risultare troppo compatto, diluire con qualche cucchiaio di latte.
Completare infine con le gocce di cioccolato, mescolando a mano con una spatola per amalgamarle bene all'impasto.
Mettere la scodella dell'impasto in frigo per una mezz'oretta (coi biscotti di Nightfairy questo trucco aveva dato il fantastico risultato di non far affossare l'impasto in cottura, e di mantenere l'interno straodinariamente morbido, per cui ho adottato lo stesso accorgimento per questi dolcetti).
Preriscaldare il forno a 180°, e cominciare a distribuire cucchiaiate di impasto nelle formine, riempiendole fino a 3/4. Ci vuole un po' di pazienza perche l'impasto non e' molto fluido, ma ne vale la pena. Decorare con granella di amaretti (o di nocciole).
Infornare per c.ca 12 minuti, e far raffreddare su una gratella.


12 commenti:

NIGHTFAIRY ha detto...

Sembrano divini!Bravissima :)

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

Non sono chocolate-addicted, ma potrei diventarlo :-) Se cioccolato deve essere, allora in dosi massicce :-)
Da provare.
Ciao
Alex

papavero di campo ha detto...

quanto mi piace quella rennina e la scatola di latta droste e i dolcetti certo!

papavero di campo ha detto...

rennina? ho detto rennina? ma se è un alce! e non sono la stessa cosa:)

fedeccino ha detto...

@Nightfairy, grazie ! ... e grazie per la ricetta dei biscotti :)

@Alex, hai ragione, neppure io impazzisco pr il cioccolato, ma qui il gusto risulta davvero PURO :)

@Papavero, aiuto, essendo un addobbo natalizio direi che e' una renna, ma dopotutto le sue corna sono molto alcesche, quindi temo di mancargli di rispetto :)

Mariluna ha detto...

E allora carissima sono proprio per me... solo cioccolato fondente extra nero...scaccia lo stress, la fatica e tanto buon'umore...con questo freddo!!!! Un bacio

Ciboulette ha detto...

Ciao fedeccino, questi muffin di lusso mi attirano parecchio!!!

Sei italo belga come i miei nipotini....la piu' grande, di tre anni, e' ancora parecchio persa nel mezzo, un po' piu' verso l'italiano, ma quando dice le frasette in francese e' troppo...mignon!!!!

Ciao :))

fedeccino ha detto...

@Mariluna, allora sei una extra-chocolate addicted ;)Qui continua a piovere, ma niente neve, cosa che a me piacerebbe molto ... e' nevicato da te ?

@Ciboulette, ciao, benvenuta :) Eh si', il bilinguismo gioca strani scherzi nell'infanzia, si creano parole nuove mescolando i termini delle due lingue, e gia' si comincia a sentirsi un po' persi nella Terra di Mezzo ... :). Ma resta un vantaggio, ne sono convinta, sotto tutti i possibili punti di vista :) A presto !

lefrancbuveur ha detto...

sul mio blog trovi una bella canzone di jacques Brel che sicuramente conosci sul tuo Belgio.
a bientot
Enrico

Elga ha detto...

Sono terapeutici per il corpo e l'anima!!!!

papavero di campo ha detto...

federica un pensiero per te

fedeccino ha detto...

@lefrancbuveur, ciao Enrico, ho risposto sul tuo blog :)

@Elga, scusami per il ritardo nella risposta, e grazie per il complimento, e' vero sai, il cioccolato "alla terza" (come definito in un commento di Sergio :)) e' terapeutico. A presto :)

@Papavero, grazie per il pensiero, davvero ! Ti ho risposto sul tuo blog. A prestissimo

La Sorella DisSimile non è una testata giornalistica ma un semplice blog privato e amatoriale, senza alcuna pretesa giornalistica. Non può pertanto considerarsi prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.