lunedì 14 settembre 2009

Abituarsi (mantra per l’assuefazione al galleggiamento nel guano)


E’ questione di abitudine. Ti abituerai. Sono abituata. E’ abituale. Ci si abitua a tutto.
Abituarsi; certo, acclimatarsi, impratichirsi, ma purtroppo soprattutto adeguarsi, assuefarsi, conformarsi, rassegnarsi. Abituarsi, rassegnarsi.
Rassegnarsi a vedersi somministrare dosi quotidiane di volgarita’, aggressivita’, ignoranza, bruttezza. Abituarsi a compiacersi della propria meschinita’.
Queste cose ci sono, e’ abituale che ci siano, quindi non dobbiamo piu’ combatterle, anzi, e’ proprio impensabile sprecare energie a combatterle, con tutte le cose che ci sono da fare ! Con il tempo contato ! La lobotomia da rimborsare a rate !
Si’, sarebbe una perdita di tempo, ci sono altre cose piu’ urgenti da fare, piu’ immediate, piu’ legate al quotidiano. Piu’ piccole. Piccoli obbiettivi raggiungibili.
Perche’ pensare in grande se posso raggiungere un piccolo obbiettivo ? Perche’ faticare ad elevarmi dal guano se e’ sufficiente imparare a galleggiarvi ?

6 commenti:

Haldeyde ha detto...

E' il piano di rinascita democratica di Licio Gelli che si sta realizzando. Speriamo che il resto dell'Europa ci invada e ci venga a liberare.

lefrancbuveur ha detto...

...e c'hai ragione....

Anonimo ha detto...

da che cosa dovrebbero liberarci?
dagli italiani?
la vedo dura...qua è pieno..
si nota che non stimo molto gli abitanti del paese in cui vivo?
scusate lo sfogo
Monica

fedeccino ha detto...

Haldeyde, valuterei anche un intervento dei caschi blu dell'ONU, la situazione merita.

Enrico, mi hai fatto ridere perche' ho immaginato la frase pronunciata con cadenza romana ("c'hai raggggione"). Teniamo in vita i nostri neuroni, eh ? :)

Monica, ma certo che ti scuso lo sfogo, ci mancherebbe :)In effetti anche qui ci sono italiani ovunque, e' molto dura, apposta intono dei mantra ... ma del resto, come Dante diceva gia' in tempi non sospetti (o meno sospetti) ..."Ahi serva Italia, di dolore ostello, nave sanza nocchiere in gran tempesta,non donna di provincie, ma bordello! "

Anonimo ha detto...

ma no, dai, basta guardare il numero di firme - e la statura delle persone che firmano! - dell'appello per la libertà di stampa per vedere che la reazione c'é, viva e ampia. il mistero comunque permane: se votassimo adesso, cambierebbero i risultati? e chi sono gli italiani che amano tanto "essere come lui"? sono preoccupanti quanto quelli che hanno votato Sarkozy.
salut:-)

fedeccino ha detto...

Sono pressoche' certa che se votassimo ora il risultato non cambierebbe, per varie ragioni, la prima delle quali sarebbe lo svoglimento dell'elezione in modo non democratico, dal momento che gli elettori sarebbero ancora manipolati da una concentrazione mediatica gravemente squilibrata dalla parte del nostro Presidente del Consiglio. Continuo a pensare che il meeorite sarebbe la soluzione migliore.
... non oso quasi dirlo, ma Sarko' non sembra puzzare cosi' tanto, sara' che l'erba del vicino transalpino e' sempre piu' verde :) Salut !:)

La Sorella DisSimile non è una testata giornalistica ma un semplice blog privato e amatoriale, senza alcuna pretesa giornalistica. Non può pertanto considerarsi prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.