sabato 13 giugno 2009

Pizza Soffice al Salame Piccante, Caprino & Salvia


L'impasto di questa pizza casalinga somiglia un po' a quella che si comprava dal fornaio, quando ero piccola.

Per una placca da forno di pizza (nel caso si preferisca una pizza meno alta e sofficiosa 300 gr di farina basteranno, altri ingredienti in proporzione):
500 gr di farina (350 gr farina per pizza + 150 gr farina 0) - 15/20 gr di lievito di birra fresco (c.ca 3/4 di un cubetto) - 300 ml d'acqua tiepida - 1 cc raso di zucchero - 2 c di olio d'oliva (secondo me 1c basta) - 1 cc colmo di sale

Preriscaldare il forno a 50 gradi, e spegnere poco prima della fine della preparazione dell'impasto.
Sciogliere il lievito e lo zucchero in c.ca meta' dell'acqua, unirli alla farina iniziando ad impastare, ed incorporare gradualmente il resto delll'acqua. Aggiungere l'olio ed il sale, e continuare a lavorare l'impasto giusto il tempo necessario per amalgamare gli ingredienti, lasciando che l'insieme risulti umido e appiccicoso (resistere alla tentazione di aggiungere farina, varra' la pena essersi gravemente impiastricciarti, vedendo il risultato).
Ungere con poco olio una ciotola capiente, e con le dita ancora unte manipolare l'impasto formando una palla, e porlo nella ciotola, coperta da un tovagliolo, nel forno precedentemente intiepidito. Dovra' perlomeno raddoppiare di volume, quindi l'ideale sarebbe lasciarlo lavorare in pace per un paio d'ore.
Ricoprire la placca del forno di cartaforno, e versarvi sopra l'impasto, senza manipolarlo ulteriormente.
Tirare con una certa delicatezza l'impasto verso i bordi, dandogli la forma della placca mentre lo si sgonfia appena coi polpastrelli, e lasciare riposare un'altra mezz'oretta prima di passare alla farcitura.
Nel frattempo preriscaldare il forno a temperatura massima, tipo fusione nucleare (l'effetto sauna in questi giorni e' garantito).

La farcitura di oggi :
3 mozzarelle a dadini - 1 caprino fresco a rondelline - salame calabrese al peperoncino rosso - pomodori pelati frullati - salvia - olio evo - peperoncino

Frullare una confezione di pelati con un pizzico di sale, uno di zucchero, 1/2 cc di peperoncino, e poco olio.
Lavare ed asciugare una decina di foglie di salvia, e metterle da parte in una ciotolina con poco olio, sminuzzandone un paio.
Tagliare a dadini le mozzarelle, e a rondelline il caprino.

Adriano consiglia un metodo di cottura che, pur suggerito per un altro tipo di impasto, ho trovato adatto anche a questo, e cioe' distribuire prima alcune cucchiaiate di pomodoro frullato, per poi cuocere nella parte bassa del forno per c.ca 10 minuti.
Solo in seguito si aggiungera' il resto della farcitura (mozzarella, caprino, salvia strizzata dall'olio in eccesso, salame piccante, olio profumato alla salvia), e si completera' la cottura per c.ca 5 minuti, posizionando la placca nella seconda tacca piu' alta del forno.

9 commenti:

Esmé ha detto...

Dopo la tremenda fase delle barbabietole, che spero superata per sempre, mi tuffo in questa gran pizza maialosa con tutto l'entusiasmo di cui sono capace (che è parecchio!).
Potrei persino decidere di rompere il voto e farmela, una di queste sere.

Claudia ha detto...

O mamma mia che buona!!!!!!! baci

fedeccino ha detto...

Esme', l'apprezzamento della barbabietola necessita di un training Jedi tipo quello di Luke Skywalker con Master Yoda nella caverna.
In un tuo successo confido io.
Nel frattempo, cedi e prova, e facce sape'.
Claudia si', il salame piccante salvia e caprino hanno provocato anche in me questo entusiasmo :) Grazie !

Henriette ha detto...

Bonjour Federica,
Moi aussi ma grand mère avait pour moi plein de mots doux! Ma grand mère vénitienne, bien sûr, la française était un peu plus réservée, mais bien gentille aussi!
Quant à ta pizza, je la mangerais en entier, j'adore ce plat et je ne m'en lasse pas... En plus, ta recette est nouvelle pour moi et présente donc encore plus de charmes.
Poutous et à très bientôt,
Henriette

fedeccino ha detto...

Henriette, j'apprend maintenant de tes racines italiennes :)
Essaye cette version de pate de pizza, elle est tres interessante et elle a toujours beaucoup de succès. Si tu as quelque probleme de traduction n'hesite pas a demander (j'ai aussi installé le traducteur de google, qui donne parfois des resultats marrants, mais qui aide un peu a decoder l'ensempble).
A bientot :)

lefrancbuveur ha detto...

buono l'abbinamento; mi incuriosisce la salvia abbinata agli altri ingredienti.
a bientot

Enrico

Federica ha detto...

Ciao!! queste pizza deve essere favolosa!! baci Federica

Gunther ha detto...

complimenti una magnifica pizza, molto saporita e inviatnte per fare un bel piatto unico

fedeccino ha detto...

- LeFrancBuveur, ciao ! Fammi sapere se decidi di soddisfare la curiosita' testando questo abbinamento :)
- Ciao Omonima Federica, benvenuta !
Grazie per l'apprezzamento, a presto :)
- Heyla' Gunther, senza dubbio sostanziosa, un'insalata mista ed il pasto e' risolto.

La Sorella DisSimile non è una testata giornalistica ma un semplice blog privato e amatoriale, senza alcuna pretesa giornalistica. Non può pertanto considerarsi prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.