domenica 19 ottobre 2008

Insalata di Spinaci & Taboulé di Cavolfiore

E' stata una settimana difficile.
La pressione sul lavoro, che cresce in maniera direttamente proporzionale alle difficolta' di questo momento economico (e storico), sta diventando difficile da sopportare al quotidiano.
Perdo la memoria per tutto cio' che non e' lavoro, arrivata a casa ho un tale bisogno di silenzio che non riesco piu' ad ascoltare musica, e leggo pochissimo.
Bref, terreno ideale per un super-raffreddore, che nella miglior tradizione ha dato i primi segni di se' domenica scorsa, rendendo ancor piu' complicata la settimana.
Sabato, infine, ho incontrato Paco.
Paco e' un "senior" cat di 12 anni, grigio e massiccio, che ha perso la sua padrona ed e' rimasto solo. La sua eta' ne rende difficile l'adozione, e cosi' ho pensato di provare a portarlo a casa con me e Nico, il mio cane Lagotto.

Sono passate poco piu' di 24 ore e Paco e' sempre li' con l'occhio sbarrato, senza dormire neppure un secondo, ancorato al mio letto, e soffia come un varano di Comòdo ogni volta che vede il cane (che resta gioiosamente indifferente a questi suoni inquietanti). A parte questa sorta di sindrome di Macondo che lo tiene sveglio, mangia appena, ma soprattutto non ha toccato la sua cassettina, cosa che mi preoccupa parecchio.
Vediamo questa seconda notte, ma comincio a pensare che forse e' vero che le buone azioni non restano mai impunite ...

In questo contesto di difese immunitarie sotto attacco, le due insalate che seguono sono un toccasana, sia prese singolarmente che mescolate.

Per l'Insalata di Spinaci :
Spinaci freschi con la foglia ancora piccola - 12 pomodorini - 1/2 mela Steiman - 6 prugne secche - 1 cipollotto fresco - menta essicata - parmigiano a scaglie - 2 limoni - sale e pepe - olio di sesamo

Lavare ed asciugare gli spinaci, e tagliarli a striscioline. Tagliare a meta' i pomodorini, ed in quattro le prugne secche. Affettare il cipollotto, e sbucciare la 1/2 mela e tagliarla a fettine sottili, che andranno subito cosparse del succo di 1/2 limone, per tentare di evitare che si ossidino.
Unire tutti gli ingredienti, ed aggiungere due generosi pizzichi di menta essicata, e due cucchiai di olio di sesamo. Salare e pepare, ed infine spremere il succo di un limone.
Mescolare con cura con le mani, e servire in subito.

Per il Taboulé di Cavolfiore, l'ispirazione viene da questa ricetta di Cavoletto, che ho modificato come segue:
1/2 cavolfiore - 1 manciata di pinoli - 1 manciata di semi di zucca - 1 manciata di uvette - 1 limone - menta fresca - erba cipollina - 1 c. colatura di alici - olio di oliva - pepe

In una padella antiaderente tostare pinoli e semi di zucca, e poi metterli da parte a raffreddare.
Lavare ed asciugare il cavolfiore, ridurlo a cimette private della parte dura, e frullarlo a crudo nel robot da cucina. Ne uscira' un composto granuloso del tutto simile al couscous.
Aggiungere pinoli e semi di zucca, l'uvetta, il succo di un limone, tagliuzzare erba cipollina e tritare menta in quantita' variabile a seconda del gusto, e distribuire il cucchiaio di colatura di alici (facoltativo, potete eventualmente frullare due filetti di alici con un po' di olio di oliva e limone). Terminare con l'olio di oliva.
Mescolare bene, e tenere al fresco fino al momento di servire.

12 commenti:

Esmé ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Esmé ha detto...

Blogger Esmé ha detto...

Per riuscire a capire meglio la situazione abbiamo bisogno di alcune informazioni logistiche: tra Paco e la sua cassettina, per esempio, il percorso è assolutamente dog-free? Ha Paco la possibilità di fare le sue cosine in pace, senza un lagotto nevrastenico ed eccessivamente amichevole ad osservarlo? In assenza di questi requisiti, potrebbe tenersela anche per settimane.
E poi: quando possiamo avere una foto del Paco?

fedeccino ha detto...

@Esmé, ciao ! Si', percorso dog-free. Avendo mosso solo pochi passi per esplorare casa, si e' fermato in camera da letto, sopra e sotto al letto. Per venirgli incontro, tutto cio' che gli serve gli e' stato messo ad un metro di distanza, acqua e cassettina compresi ... ma continua a non bere e a tenersela.

Esmé ha detto...

Farà quello che deve fare, quando si sentirà meno sotto pressione. Ora ha un sacco di grattacapi da risolvere: Dove sono? Chi è questa donna? Cos'è quel coso bavoso che si agita ed emette suoni disarmonici? Cosa vogliono tutti quanti da me? Perché non ho la mia marca preferita di croccantini? Do you speak english?

fedeccino ha detto...

@esmé, ti aggiorno, ma ti scrivero' accludendo foto : diciamo che ha cessato di sentirsi sotto pressione alle 2:45 della notte scorsa, con un tale spalamento di sabbia che mi aspettavo di sentire eccheggiare, da un momento all'altro : "Nobody knoooows, the troubles I've seen, nobody knoooooows, but jesuuuuus".
A presto :)

barbara ha detto...

grazie per le gustose insalate... e sono contenta che Paco... ehm... abbia trovato i suoi spazi, auguri!!

fedeccino ha detto...

Ciao Barbara, grazie degli auguri ! Sono al lavoro, mentre scrivo Paco ha l'appartamento a disposizione, e puo' esplorarlo con calma (spero senza fare troppi danni). A presto :)

papavero di campo ha detto...

federica non so se ti potrà consolare ma ho passato una orrenda settimana di malanni virali con tracheite spasmi alla gola tosse stizzosa e relativa impossibilità a dormire, non ne sono ancora fuori ma va un pizzico meglio e mi sento così a pezzi che rivendicherei una gloriosa vera convalescenza! ma che dico! è sparita pure quella assieme alle mezze stagioni, così si va a lavorare con la malattia e ci si trascina senza riprendersi,

spero che per te vada meglio,
l'avventura del gatto è un'ambascia in più o ne sei contenta? metti una foto se puoi di tutt'e due gli amichetti!

fedeccino ha detto...

@Papavero, accidenti, ripigliati ! Per me va meglio, tosse a parte, ma sono virus coi muscoli, quelli di queste mezze stagioni assenti.
E' vero, ci facciamo prendere dall'ingranaggio e torniamo al lavoro senza star bene, ma l'utilita' di tutto questo ? Dovremmo meditare.
Paco, al momento, e' senz'altro un'ambascia. Ma sono ottimista, e spero che a breve diventi un piacere, come lo sono sempre stati i gatti per me :)

barbara ha detto...

Dai, Federica, devi avere pazienza... quando paco si renderà conto che non gli succederà niente si abbandonerà e diventerà tranquillo, forse devi chiudere la porta e lasciarli un po' separati, poi piano piano e x un po' di ore alla volta li fai abituare l'uno all'altro...
Un bacione.
bab

Artemisia Comina ha detto...

quando la piccola alice arrivò sconvolta in casa nostra passò un giorno sotto la credenza e un altro sotto il letto...poi uscì giocando.

forza paco!

e auguri a te.

fedeccino ha detto...

@barbara, di pazienza con i non umani ne ho da vendere, e Paco sta facendo dei progressi.
Grazie e a presto :)

@artemisia, spero che il precedente di Alice possa portare fortuna a Paco, che e' un grosso Garfield (Artiglioso mordicchioso) molto triste. Ancora non gioca, ne' smette di circolare quatto quatto, ma ci sta mettendo molta buona volonta' e coraggio, e forse sta cominciando ad intuire quello che sono io, e quanto potrei dargli.
A presto :)

La Sorella DisSimile non è una testata giornalistica ma un semplice blog privato e amatoriale, senza alcuna pretesa giornalistica. Non può pertanto considerarsi prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.