domenica 8 novembre 2009

Flan di Zuppa ('Flanez' vos Soupes !)

Quando cucino una zuppa, ne faccio sempre di piu' per poi congelarla, e trovarla pronta solo da riscaldare, in quelle serate in cui non si ha l'energia per fare nient'altro che infilare un piatto nel microonde.

La sfida dietetica e' di solito evitare le patate, e ancor piu' la panna in stile vellutata, giocando sulla quantita' di brodo vegetale da aggiungere per avere comunque la giusta cremosita'.
Le verdure di stagione, nella tabella delle disponibilita' della Radisa, sono quanto di piu' adatto si possa trovare per mettere insieme un piatto confortante, e allo stesso tempo originale.
La zuppa preparata ieri sera ha una base di porro e carota, appassiti qualche minuto a fuoco basso in poco olio e burro. Ho aggiunto in seguito mezza rapa bianca, di quelle allungate, e mezzo cavolo rapa, mondati e tagliati a tocchetti. Ho coperto di brodo di verdure e funghi secchi bollente, ed ho coperchiato lasciando sobbollire per una mezz'ora. In seguito ho frullato col minipimer, ed aggiunto poco sale, una spolverata di pepe nero, poca salsa di soia Shoyu, ed ho rimesso sul fuoco per altri 15 minuti.
Ecco, questa era la mia base, ma ho scoperto che qualsiasi zuppa si puo' trasformare in un delizioso piccolo flan. Ecco cosa occorre.

Per 5 piccoli flan :
450 gr zuppa di media densita', raffreddata - 2 uova - 90 gr ricotta - 60 gr Parmigiano - 2 c. colmi di maizena - 1 cc di curcuma - poco latte di soja - sale&pepe, pellicola per alimenti.

Preriscladare il forno a 180°, mettendovi gia' una teglia da lasagne con due dita di acqua bollente.
Nel mixer frullare le uova con la ricotta, il parmigiano, 2 cucchiai colmi di maizena, ed un cucchiaino di curcuma sciolta in poco latte di soja (la mia zuppa di base non aveva un colore affascinante, cosi' ho pensato di spingerla verso una sfumatura oro proprio con l'aiuto di un po' di curcuma). Aggiungere poco sale ed una spolverata di pepe.
Mescolare bene questo composto con la zuppa, e distribuirlo negli stampini - o cocottes - foderati di pellicola per alimenti. Ho ripiegato l'eccesso di pellicola sulla superficie di ogni stampino, ed infornato a bagno maria per circa 35 minuti.
Ho servito con un coulis di zucca con timo e rosmarino (realizzato frullando della polpa di zucca cotta al vapore - grazie Liliana ! - con un trito di rosmarino e timo, poco olio evo e poco brodo vegetale), cospargendo con qualche petalo di Salade de Fleurs.
Ricordate, tutto fa flan : nobilitare sotto questa forma ogni avanzo di zuppa che si abbia a disposizione, mescolandola con la preparazione che ho sperimentato, e' d'ora in avanti assolutamente possibile :)

11 commenti:

Haldeyde ha detto...

"Tutto fa flan"... me la devo segnare.

papavero di campo ha detto...

en flanand flanez nos soupes!
benebene!
in altri termini inzuppiamoci di zuppe, io ci sto!
un abbraccio!

papavero di campo ha detto...

due errori su tre righe mica male!
en flanant please
et flanons nos soupes (accidenti ai verbi non sono più sicura)
riconfermo abbraccio!

fedeccino ha detto...

Fabrizio, segna segna :D

Papavero, non preoccuparti, io sono la regina del mistyping, e perdipiu' non rileggo e mi accorgo solo dopo aver pubblicato di aver scritto cose strane. Ma che importa dopotutto ? Per me il piacere di leggere un commento rimane intatto, al di la' della forma :)

Grazia ha detto...

d'ora in avanti flanerò senza ritegno. grazie dell'idea, mi piace cambiare faccia alle cose già preparate con un altro scopo. bello!
Baci

fedeccino ha detto...

Grazia si', flaniamo senza remore :). Sono contenta che ti sia piaciuto questo spirito di recupero, le proposte per altri esperimenti sono benvenute !

Gracianne ha detto...

C'est joli. Et j'adore le titre :)

fedeccino ha detto...

Bonjour Gracianne, et merci :)
pour le titre, j'aime jouer avec les mots, entre l'italien et le français il y ades centaines de possibilités.
A presto !

lefrancbuveur ha detto...

Bella idea. Sei pronta per le presentazioni di Sigrid?

fedeccino ha detto...

Enrico, Eataly a Bologna se non sbaglio e' alle 21 ... mannaggia.
Speravo alle 18, come di solito per eventi del genere, perche' farmi l'autostrada di ritorno nella notte non mi ispira molto. Vedremo :)

la belle auberge ha detto...

ottima idea questi flan. Se posso suggerirti una variante, consiglierei di abbinare lo sformato ad una fondutina di gorgonzola e noci.
abbraccio
eu

La Sorella DisSimile non è una testata giornalistica ma un semplice blog privato e amatoriale, senza alcuna pretesa giornalistica. Non può pertanto considerarsi prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.