domenica 23 agosto 2009

Crostata di Fichi Neri

I fichi neri sono meravigliosi, e questo e' il clou della loro stagione. In competizione coi merli, devo essere rapida ad appropriarmene, o tutto quello che mi restera' saranno mozziconi di fico sbecchettati qua e la', il suono di uno svolazzo frenetico, e l'eco di un richiamo simile ad una risata.

La bozza della ricetta che segue era su "D" di questa settimana, ma le proporzioni di farina indicate mi sembravano sbagliate, quindi correggendo ho finito per modificare diverse cose, come segue :

Per l'impasto destinato ad una tortiera del diametro di 22 cm :
360 gr farina 00 - 3 c zucchero a velo - 1 pizzico di sale - 100 gr burro freddo - 1 c olio di semi di girasole - 1 uovo + 1 tuorlo - 1 c limoncello - 1 c acqua fredda.

Setacciare insieme farina, zucchero a velo e sale, ed unire le scagliette di burro freddo, lavorando in punta di dita. A parte sbattere leggermente l'uovo ed il tuorlo con l'olio di girasaole, il limoncello e l'acqua. Lavorare fino ad assemblare un impasto omogeneo, avvolgere nella pellicola e lasciare riposare in frigo per una mezz'ora.
In seguito stendere cautamente l'impasto ( il mio ha fatto di tutto per separarsi e tornare a far parte del caos) e trasferirlo in una tortiera col fondo rimovibile. Punzecchiare il fondo con una forchetta, ricoprire di pellicola e lasciare in frigo una decina di minuti, il tempo di preriscaldare il forno a 200°. In seguito infornare per 10 minuti, e lasciare raffreddare.

Per il ripieno :
12 fichi - 2 tuorli - 125 ml di panna (io di soja) - 2 c miele - 1 c brandy - zucchero a velo.

Preriscaldare il forno a 180°. Sciogliere i due cucchiai di miele per 10 secondi al microonde, e lasciareli raffreddare. Sbattere i tuorli con la panna, ed unirli al brandy ed al miele.
Praticare un taglio a croce profondo sui fichi, disporli sulla torta, e cospargerli con la "crema".
Infornare per circa 15 minuti, poi estrarre giusto il tempo di cospargere la crostata di zucchero a velo, cuocere ancora per altri 8 minuti, ed infine sfornare e lasciare raffreddare su una gratella.

2 commenti:

achab ha detto...

bel blog,mi viene una voglia di mangiarne un bel pezzo,ciao

fedeccino ha detto...

Grazie Achab, serviti una fetta, e porta anche Moby.

La Sorella DisSimile non è una testata giornalistica ma un semplice blog privato e amatoriale, senza alcuna pretesa giornalistica. Non può pertanto considerarsi prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.