domenica 13 dicembre 2009

Moelleux di Patate Dolci

Questo moelleux e' il risultato di un incrocio tra ricette di torte alle patate dolci antillesi e cubane, e le proporzioni degli ingredienti di questo esperimento subiranno di certo varianti in futuro (cominciando con un uovo in piu' e un po' di latte di cocco in meno).
Tuttavia come primo tentativo non e' male, ed ho pensato di pubblicarlo nell'ambito del mio trip da Grinch della patata dolce, che rifugge il ricettario classico di Natale, spaventando mamme e bambini.

Proporzioni per uno stampo da cake da 30 cm :
250 gr patate dolci lessate e sbucciate - 100 gr burro - 200 gr latte di cocco - 100 gr zucchero di canna - 2 tuorli + 2 albumi - 100 gr farina 00 - una bacca di vaniglia - 30 gr uvetta sultanina - rum, acqua, pizzico di sale.

Preriscaldare il forno a 180°. Ammollare le uvette in 3 cucchiai di rum ed uno di acqua.
Frullare le patate dolci lessate insieme al burro ammorbidito e al latte di cocco. Sempre nel mixer, aggiungere lo zucchero, i tuorli, e la farina setacciata. Frullare finche' l'impasto risultera' liscio e setoso. A parte montare a neve i due albumi, insieme ad un pizzico di sale.
Unire all'impasto i semi grattati dalla bacca di vaniglia, e le uvette insieme a circa la meta' del rum+acqua in cui erano immerse.
Con una spatola incorporare un buon terzo degli albumi montati, mescolando con fermezza dal basso verso l'alto. Unire il resto degli albumi, sempre incorporando aria con lo stesso movimento della spatola (il moelleux non ha lievito, ma non per questo vogliamo che sia un mattone, vero ?).
Imburrare ed infarinare uno stampo da cake, e riempirlo con l'impasto.
Cottura in circa un'ora, calando eventualmente a 150° nell'ultimo quarto d'ora.
Lasciare raffreddare pazientemente, il moelleux e' troppo cremoso da caldo, deve lentamente acquisire la sua consistenza definitiva. Servire spolverato di zucchero a velo.

12 commenti:

lefrancbuveur ha detto...

Ciao Federica,
Che fai per le feste di Natale/Capodanno?

Ape*chan ha detto...

Ciao, per quanto riguarda siti in europa hai ragione sono in genere molto cari....non so a quale sito tu ti rivolgi, io in genere mi affido al Japan Centre di Londra e le in spese di spedizione non sono mai esagerate. Facci un giro, hanno tantissimi prodotti. Questo il link www.japancentre.com/
Ape*

fedeccino ha detto...

Ciao Enrico, Natale a casa con la famiglia, capodanno senza progetti. E tu cosa fai di bello ? :)

Grazie Ape ! Sapevo di poter contare su di te. Ho fatto il mio primo acquisto di prova, la scelta e' buonissima, pero' le spese continuano ad essere altissime secondo me (oltre 19 sterline sull'Italia mi sembra eccessivo, per un pacchetto di c.ca 2/3 kg). E' comunque meno di quanto avevo trovato. A presto :)

lefrancbuveur ha detto...

ovviamente Capodanno ancora senza progetti. Natale in famiglia

Eléonora ha detto...

Une petite douceur bien savoureuse ....

Henriette ha detto...

Coucou Federica,
J'aime beaucoup ce moelleux qui me rappelle les Antilles. C'est un bon gâteau quand il fait froid comme en ce moment.
Reste bien au chaud,
Gros poutous emmitouflés!

Ape*chan ha detto...

Ciao, anche a me piacciono molto i maneki, ma quest'anno ne ho solo 2 o tre piccoli e nessuno di colore rosso...dommage!

apranzoconbea ha detto...

mi ispira moltissimo questo dolce che mancava al mio ricettario e che mi incuriosisce naturalmente per il suo esotismo e perché da un po' mi chiedevo come usare le patate dolci!

Haldeyde ha detto...

Ciao Grich, e il wasabi non ce lo metti?

lefrancbuveur ha detto...

come va col freddo?

papavero di campo ha detto...

auguri cari a te cara Federica con affetto!
Laura

Henriette ha detto...

Très bon Noël à toi aussi Federica, et que cette nouvelle année qui pointe son nez t'apporte santé, bonheur et prospérité pour toi et tous ceux que tu aimes.
Je t'embrasse affectueusement,
Henriette

La Sorella DisSimile non è una testata giornalistica ma un semplice blog privato e amatoriale, senza alcuna pretesa giornalistica. Non può pertanto considerarsi prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.