venerdì 2 gennaio 2009

Spezzatino di Tofu alle Olive & Birra - Redux


Vorrei cominciare a cucinare con meno carne possibile - gia' ne mangio poca, ma vorrei tentare di migliorarmi - e cosi' ho comprato un bel panetto di tofu da 300 gr (ottimo, marca Sun Soy Food, prodotto nelle colline vicino a Bologna, a Pianoro) in un negozio carinissimo bolognese che vende alimenti naturali, Molto Buono.
La Cate e' assolutamente vegetariana, Antonio no, ma e' un cuoco versatile, che riesce a combinare con le verdure cose gustose.
La ricetta che segue me l'ha passata lui.

Per due persone (poco golose) :
150 gr. di Tofu tipo naturale - 50 gr di olive taggiasche private del nocciolo - 1/2 peperoncino - uno spicchio d'aglio - 2 pomodori secchi - 1/2 birra da 33 cl. - passata di pomodoro - 1 cc. dado vegetale in polvere - olio evo, sale, zucchero, una manciata di prezzemolo.

Soffriggere in poco olio evo (io ho aggiunto anche un po' di olio all'aglio, il tofu va insaporito con cio' che lo circonda) uno spicchio d'aglio in camicia schiacciato, con il peperoncino ed i pomodori secchi sminuzzati.
Far fondere tra loro i profumi per qualche minuto, poi aggiungere il tofu e le olive.
Lasciar soffriggere, saltando a fiamma vivace.
Aggiungere poi birra, in quantita' sufficiente a bagnare decisamente il tutto, senza tuttavia ricoprirlo.
Lasciar evaporare, mescolando delicatamente di tanto in tanto. Togliere l'aglio.
Aggiungere infine qualche c. di passata di pomodoro, il cc. di dado vegetale in polvere, poco sale, ed un deciso pizzico di zucchero.
Far riprendere calore, coprire, e lasciare andare per 5 minuti a fuoco medio.
Infine scoperchiare, e cospargere di prezzemolo tritato (da non omettere assolutamente, e' decisivo).
Il risultato e' delizioso, amarognolo e sapido, ma forse la prossima volta, per evitare che l'amaro di olive e birra (pur stemperato dal fresco/verde del prezzemolo) abbia il sopravvento, pensavo di aggiungere qualche uvetta sultanina.
Chissa' che ne pensera' Antonio ? :)

Redux del 7 gennaio
Rilancio con una variante cucinata con il restante mezzo panetto di tofu, che mi e' sembrata quasi migliore.Ho realizzato un pesto di pomodori secchi con :
5 pomodori secchi ammollati qualche minuto in acqua tiepida, e poi asciugati - un generoso cc. di confettura calabrese di peperoncini (che ha portato da sola la nota piccante e quella dolce che cercavo) - 2 acciughe scolate dall'olio, sciacquate ed asciugate - 10 olive taggiasche private del nocciolo - olio all'aglio.
Ho frullato il tutto, ed ho usato un paio di cucchiai di questo pesto come se fosse concentrato di pomodoro, insieme al sugo, diluendolo con un po' d'acqua.
Il resto della ricetta resta invariato.
... grazie all'amica calabrese di Fabrizio che lo ha consigliato bene, dicendogli di portarmi questa confettura di peperoncini invece di una cosa piu' scontata :)
Scettici del tofu, provate :)

14 commenti:

AmosGitai ha detto...

Augurandoti un felice e sereno 2009 ti invito a votare i CINEMAeVIAGGI AWARDS 2008: scegli tu i migliori film ed interpreti del 2008!!!

ivana ha detto...

Ciao Federica!!!
Ottime cose nel tuo blog, che scorrerò appena ho un minuto libero!
Complimenti!
Lugo la conosco bene, ne ho anche scritto da me! Ci torno a febbraio!
I muffins, e le tartellette con l'uva sono deliziosi!!!!!

Ciao!!!!

fedeccino ha detto...

@ivana, ciao, benvenuta !
Grazie, e davvero complimenti a te per il tuo, di blog, che ho scoperto tramite barbara. Ci tornero' senz'altro, anche perche' devo trovare quanto hai scritto su Lugo :)
A presto, federica

Gunther ha detto...

complimenti gran bella ricetta su come adoperare il tofu in modo gradevole colgo occasione per farti gli auguri di buon anno

fedeccino ha detto...

@Gubther, ciao, e buonissimo anno anche a te !
Grazie, confermo la mia volonta' di aggiungere le uvette per l'altra meta' del tofu in attesa di essere cucinato :)

papavero di campo ha detto...

federica cara, l'augurio per te di buona vita nel 2009!

Mariluna ha detto...

Appena letto il titolo mi sono subito incuriosita, sai che qualche tempo fà compravo nel reparto biologico, la vaschetta di uno spezzatino di tofu, già pronto, era per mangiare veloce al lavoro...buono era ed ecco qui la ricetta , mi interessa molto e ti diro' che provo proprio a farla stasera, il tofu é sempre a portata di mano in casa mia.
Complimenti e grazie
^__^

fedeccino ha detto...

@papavero, ciao ! Anche a te gli auguri piu' cari, davvero, perche' questo 2009 sia positivo :)

@mariluna, fammi sapere se lo provi, e se magari aggiungi le uvette o qualcos'altro.
Sono molto interessata a queste ricette vegetariane, vorrei sviluppare la mia conoscenza sui modi di approcciare il tofu :)

lefrancbuveur ha detto...

anche se non amo molto il tofu, complimenti per la gustosa ricetta!
A presto.

Enrico

fedeccino ha detto...

@lefrancbuveur, grazie ! ... puoi sempre provarla con della carne bianca a tocchetti, coniglio, pollo, maiale, se proprio il tofu non ti aggrada :)

ape*strana ha detto...

Ciao Federica, non so se l'anno del bufalo cosa ci porterà, secondo la tradizione cinese al bufalo si attribuiscono qualità come pazienza, perseveranza, progresso lento ma continuo....vedremo. Grazie per essere passata dalle mie parti, appena potrò sbircerò dalle tue. Nel frattempo un buon 2009.
Ape*chan

lefrancbuveur ha detto...

ho risposto alle tue domande sul mio blog.
A presto.
Enrico

Ps: fammi sapere di quel libro sul cammino di santiago

Haldeyde ha detto...

Bene, adesso che sei anche su feisbuc possiamo continuare le ns. malignità anche da casa, magari commentando uno dei tuoi piatti.
Io in questo spezzatino ci vedo bene due costolette unte piantate nel mezzo.

fedeccino ha detto...

@Ape, le visite al tuo blog sono un piacere, che il bufalo ci protegga, e a presto :)

@lefrancbuveur, hai trovato la risposta sul tuo blog, fammi sapere se lo leggi !

@Haldeyde, ispirata dalla tua visione, ho googlato "cotoletta di seitan", ed ho trovato una favolosa ricetta .... cerchero' di farla piu' unta possibile :D

La Sorella DisSimile non è una testata giornalistica ma un semplice blog privato e amatoriale, senza alcuna pretesa giornalistica. Non può pertanto considerarsi prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.